Pinacoteca dell'Accademia delle Belle Arti o Accademia Albertina

Pinacoteca Albertina

Fondata nel 1678 come “Accademia dei Pittori, Scultori e Architetti” prende il nome dall’importante “rifondazione” del 1833 a opera di Carlo Alberto di Savoia. L’accademia è oggi uno spazio espositivo con dodici ampie sale dove sono ospitati 300 dipinti, sculture e disegni tra cui una preziosa collezione di 60 cartoni di Gaudenzio Ferrari e della sua scuola. Nelle ampie sale restaurate, il visitatore può ammirare le opere pittoriche del Quattrocento al Settecento (tra cui Filippo Lippi, Defendente Ferrari) e dipinti della scuola genovese del primo Seicento e del tardo manierismo piemontese e lombardo. E ancora, le opere dei pittori caravaggeschi, olandesi e fiamminghi, i maestri della fine del Settecento e i vedutisti.